Malattia di Parkinson

La malattia di Parkinson è un disturbo caratterizzato da una progressiva perdita di neuroni localizzati in un una delimitata area dell’encefalo, che si manifesta con caratteristici sintomi motori associati a sintomi non motori.

Uno sguardo sulla malattia di Parkinson
La malattia di Parkinson è una patologia neurodegenerativa che  colpisce prevalentemente individui sopra i 60 anni.1 Le persone affette da malattia di Parkinson presentano difficoltà a controllare i movimenti del corpo che peggiorano col progredire della malattia, fino a compromettere la capacità del paziente di svolgere le normali attività quotidiane.

I sintomi della malattia di Parkinson sono il risultato della perdita di neuroni di specifiche aree cerebrali coinvolte nel controllo del movimento, dell’umore, del sonno e del pensiero. La causa precisa non è ancora nota, ma si pensa che l’origine sia di natura multifattoriale che coinvolge fattori genetici, ambientali e di età.2

Sintomi
I sintomi cardinali della malattia di Parkinson -  i cosiddetti sintomi  “motori” (relativi al movimento) - includono tremore, lentezza del movimento (bradicinesia), rigidità muscolare e problemi di equilibrio. Altri sintomi che si possono presentare sono quelli non motori, quali  depressione, demenza, dolore, problemi del sonno e disfunzioni del sistema nervoso autonomo (digestione, pressione sanguigna, ecc.), e contribuiscono ad aggravare considerevolmente la malattia.

La malattia di Parkinson ha un decorso progressivo e, col passare del tempo, si ha la comparsa di nuovi sintomi, mentre quelli già esistenti si aggravano lentamente. Ciò nonostante, la malattia di Parkinson non è da considerarsi una malattia terminale quanto piuttosto una patologia degenerativa cronica, poiché le persone che ne sono affette hanno un’aspettativa di vita media che va, dal momento della diagnosi, dai 15 ai 25 anni.

Statistiche
La malattia di Parkinson è uno dei disturbi neurologici più comuni. Nel 2004 si è calcolato che tale patologia abbia colpito circa 5,2 milioni di persone in tutto il mondo,3 con un’incidenza annuale che va dai 4 ai 20 nuovi casi riportati per 100.000 persone.4

Solitamente la malattia di Parkinson si sviluppa attorno ai 60 anni1; però, non è escluso che forme più rare della malattia stessa si possano sviluppare in individui più giovani, prima dei 40 anni.5 Uno studio che ha coinvolto pazienti in cinque Paesi europei ha dimostrato che l’1.6% della popolazione con 65 anni o più presenta la malattia di Parkinson.6

Dal momento che il rischio di sviluppare la malattia aumenta con l’età,  il considerevole allungamento della vita media comporta che il numero di malati di Parkinson sia destinato ad aumentare.7

Diagnosi e cura
Al momento non esiste una terapia che arresti definitivamente il decorso della malattia di Parkinson, ma in molti casi, una volta fatta la diagnosi da parte del medico, la sintomatologia può essere trattata in maniera efficace. Lo scopo del trattamento è quello di controllare e alleviare i sintomi affinchè le persone possano continuare a mantenere una qualità di vita accettabile il più a lungo possibile.

Il trattamento della malattia di Parkinson, di norma, è puramente farmacologico e solo in alcuni casi chirurgico.

In aggiunta al trattamento farmacologico giocano un ruolo estremamente importante l’esercizio fisico, una dieta controllata,, eventuali terapie complementari, il supporto emotivo e le relazioni personali. Comprendere la malattia di Parkinson, imparare a convivere con la malattia e imparare ad accettare nuove sfide ed obiettivi è fondamentale, al pari della gestione pratica della malattia stessa.

Una persona affetta da malattia di Parkinson non deve avere timore di chiedere aiuto ed è importante che possa avere accesso a consulenze mediche specialistiche.

Bibliografia

1. Cognos Report: Parkinson’s disease. 2006.
2. Morgan JC, Sethi KD. Emerging drugs for Parkinson’s disease. Expert Opin Emerg Drugs 2006; 11 (3): 403–417.
3. World Health Organization. The global burden of disease. 2004 update. www.who.int/healthinfo/global_burden_disease/2004_report_update/en/index.html. Accessed 06/09/11.
4. Datamonitor Stakeholder Opinions: Parkinson’s disease. 2006.
5. Grimes DA. Parkinson’s disease: a guide to treatments, therapies and controlling symptoms. London: Constable & Robinson Ltd, 2004.
6. de Rijk MC, Tzourio C, Breteler MM, et al. Prevalence of parkinsonism and Parkinson’s disease inEurope: the EUROPARKINSON Collaborative Study. European Community Concerted Action on the Epidemiology of Parkinson’s disease. J Neurol Neurosurg Psychiatry 1997; 62 (1): 10–15.
7. Cognos Report: Parkinson’s disease. 2004.

 

Stai abbandonando il sito di Lundbeck Italia. Le informazioni contenute nel nuovo sito prescelto possono non essere conformi al D.lvo 219/06 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e le opinioni espresse non riflettono necessariamente le posizioni dell'azienda, non sono da essa avvallate.